Camminare a Corviglia

Con gli scarponcini ai piedi vi godrete la forza della natura alpina che vi circonda sul Corviglia.

Intorno al Lej Alv

Il Lej Alv, sopra Marguns, raccoglie l’acqua che scorre dalla Val Schlattain e dalla montagna una volta che la neve si è sciolta e la conserva. Utilizzato in inverno come cisterna per l’innevamento della montagna, in estate il lago rappresenta una splendida meta per un’escursione in mountain bike o a piedi. In entrambi i casi lo si può raggiungere attraverso la stazione a monte della cabinovia di Marguns o attraverso la stazione a monte della funicolare del Corviglia. Sui bordi del lago (che data l’altitudine può considerarsi balneabile solo per i più coraggiosi) si può consumare in pieno relax il pranzo godendosi la vista sul mondo della montagna dell’Engadin e l’aria fresca della montagna. Il motto al Lej Alv è: respirare a fondo e godersela!

Indicazioni: Il sentiero è adatto per i passeggini per bambini.



Via di Schellenursli

In Svizzera la storia di Schellenursli è ancora una delle più amate dai bambini. È ambientata a Guarda, in Bassa Engadina, ma l'usanza a cui s'ispira si conosce in tutta l'Engadina: ogni anno durante i «Chalandamarz» l'inverno viene cacciato via con grande frastuono di campanacci. La Via di Schellenursli a St. Moritz si snoda, tra atmosfere autentiche, da Salastrains alla capanna di Heidi, prosegue per St. Moritz Dorf e racconta con quadri o sculture in legno la bella storia. E per 45 minuti si gode di scorci di paesaggio che sembrano usciti dal celebre libro illustrato.

Indicazioni: Il sentiero è adatto per i passeggini per bambini.

Via dei fiori di Heidi

Ammirare, stupirsi, passeggiare: sulla Via tematica, lunga un chilometro, che da Chantarella scende a capanna di Heidi e a Salastrains, gli amanti dei fiori andranno in estasi! Ben 200 varietà di piante, per lo più fiori alpini protetti, sono disposte in graziose aiuole fiorite e fornite di un numero. Una brochure (gratis presso il Tourist Information) fornisce le relative informazioni, la splendida natura regala l'adeguata cornice: grazie ai boschi di cembri ricchi di selvaggina e a una ricca flora.

Indicazioni: La via è accessibile alle sedie a rotelle e ai passeggini.

Marguns – Celerina

L'escursione inizia presso la stazione a monte di Marguns (2278 m) e scende in 90 placidi minuti lungo un'ampia strada fino a Celerina.

Indicazioni: Il sentiero è adatto per i passeggini per bambini.

Piz Nair – Corviglia – Chantarella

In cima al Piz Nair non si smetterebbe più di ammirare la vista sull'altopiano dei laghi altoengadinesi; inoltre da qui potete osservare dall'alto il vostro prossimo tragitto. Il primo tratto scende ripido sul fianco del Piz Nair fino al Munt da San Murezzan. Quindi un sentiero quasi in piano porta al rifugio Alpina, seguito da un altro tratto ripido fino a Corviglia. A Corviglia s'imbocca il sentiero che passa da Sass Runzöl, costeggia singolari formazioni calcaree e arriva all'Alp Nova. Poco dopo si passa sotto la funivia del Corviglia e con un ampio tornante si raggiunge Chantarella.

Piz Nair – Jenatschhütte – Bever

Con la funicolare Chantarella/Corviglia e la funivia del Piz Nair si raggiunge comodamente la montagna di St. Moritz, per l'appunto il Piz Nair. Prima di scendere lungo il sentiero che porta al Lej Suvretta, bisogna ammirare il grandioso panorama sull'altopiano lacustre dell'Alta Engadina. Nella Chamanna Jenatsch, il più alto rifugio CAS dei Grigioni, si fa un meritato pieno di energia con ottime prelibatezze tipiche, prima della lunga discesa.